puls torna su
WEEKEND TUTTI GLI EVENTI DOVE QUANDO MAPPA
Bimbi Cinema Consigliati Corsi Cucina Cultura Disco
Mercatini Musica Sagra Spettacolo Sport Offerte I nostri comuni
Eventi Ospitalità Buona Cucina
Stai visualizzando > Un Evento In Particolare

ALLA SCOPERTA DI DIANO MARINA

Mercoledi 25 Maggio 2016

Diano Marina


Alla scoperta di Diano Marina Diano Marina

DIANO MARINA

Un po' di STORIA
Le origini di Diano Marina sono remote, probabilmente risalgono al Paleolitico superiore e all'Età del Ferro; si ha traccia di insediamenti umani risalenti a 14.000 anni fa, testimoniati dal ritrovamento di urne cinerarie facenti parte di una necropoli.

Intorno all’anno 200 a.C. i romani fondarono qui Lucus Bormani: il bosco sacro di Borman, Dio pagano delle acque.

Più tardi la zona fu dedicata a Diana, dea della caccia, da cui deriva il nome del luogo che lega molti borghi dell’area.

Ritrovamenti di grande valore sono stati scoperti nella zona del campo sportivo a conferma che in quest’area, sorgeva in epoca imperiale  un importante insediamento urbano.
Nei pressi dei resti archeologici si trova l’antica chiesa risalente al Mille intitolata ai Santi Nazario e Celso.

Agli inizi dell’XI secolo, frati Benedettini giunti dal vicino Piemonte,  iniziarono la coltivazione dell'ulivo che diede nuova vita e forza all’agricoltura locale.

In seguito l’area fu feudo dei marchesi di Clavesana da cui si liberò dando vita, insieme ad altri borghi della zona, alla Communitas Diani diventando così libero comune. 

Dal 1275 nasce l’alleanza con Genova, che durerà fino all’inglobamento nel regno sabaudo, evolvendo al tempo di Napoleone a Città Capo Cantone di Dipartimento.

Il rovinoso terremoto del 1887 causò la distruzione di Diano Marina, che fu ricostruita su progetto dall'ingegnere Giacomo Pisani assumendo la forma odierna di località turistica ligure fra le più amate dai vacanzieri.


COSA C'E' DA VEDERE.........
Punti di interesse culturale

Il Museo Civico di Diano Marina
Articolato in tre Sezioni: Archeologica, Risorgimentale e Mineralogica.

La Sezione Archeologica sviluppa il suo percorso espositivo attraverso dieci sale, di cui una multimediale, ripercorrendo cronologicamente le varie fasi della frequentazione umana individuate nel territorio dianese, che dall’età del bronzo antico giungono sino alla tarda antichità.

La Sezione Risorgimentale espone oggetti e cimeli appartenuti al dianese Andrea Rossi, il “Pilota dei Mille”, a cui la sala è intitolata, e al generale Nicola Ardoino, combattente risorgimentale. Nelle sale sono visibili bandiere (tra cui quella del piroscafo “Piemonte”, una delle due navi che portarono i garibaldini da Quarto a Marsala), divise, medaglie, armi, documenti, nonché la famosa “lanterna” donata da Garibaldi alla figlia del Rossi ed utilizzata dall’“Eroe dei due mondi” nella tragica discesa dell’Aspromonte del 1862.

La Sezione Mineralogica, situata nell’atrio del Palazzo del Parco, espone una parte della collezione della famiglia De Cavero e donazioni di privati; i numerosi esemplari provengono da numerose località italiane e da diversi stati esteri.

Il Museo Civico di Diano Marina prevede, nell’ambito della sua attività didattica, la possibilità di svolgere visite guidate, laboratori tematici, videoproiezioni.

I laboratori didattici, dedicati ai diversi ordini di scuole, permettono la scoperta dei momenti principali dell’evoluzione delle culture umane, con particolare riferimento al territorio dianese attraverso le testimonianze archeologiche e documentarie conservate.


MUSEO DEL MARM - Corso Garibaldi 60 - 18013 Diano Marina (IM)
tel.  0183.497621 - fax  0183.497621
e-mail:  museodiano@tiscali.it - sito web:  www.palazzodelparco.it



BIBLIOTECA CIVICA
Primo piano del Palazzo del Parco sito in Corso Garibaldi, n. 60 (Diano Marina)
Orari di ricevimento al pubblico: Estivo (luglio ed agosto): dal lunedì al sabato dalle ore 9:00 alle ore 13:00
Contatti: telefono – 0183496542 ; email: biblioteca.dianom@tiscali.it ;
sito web: palazzodelparco.it 



CHIESA DI SANT’ANTONIO ABATE - Indirizzo: Via Genala Francesco, 1
Tel. 0183 49 43 13 - Zona Pastorale: Diano Marina




HISTORY

The Diano Marina origins are remote, probably date from the Upper Palaeolithic and the Iron Age; there are traces of human settlements dating to 14,000 years ago, witnessed by the discovery of urns that are part of a necropolis.

Around the year 200 b.C. the Romans founded here Lucus Bormani: the sacred forest of Borman, pagan god of the waters.

Later the area was dedicated to Diana, goddess of hunting, hence the name of the place that ties many of the villages.

Discoveries of great value were discovered in the sports field area confirming that in this area, stood in a major urban settlement imperial era.

Near the archaeological ruins is the ancient church dating back to a thousand entitled to the Saints Nazario and Celso.

At the beginning of the eleventh century, the Benedictine monks arrived from the nearby Piedmont, began the cultivation of olives, which gave new life to local agriculture and strength.

Later the area was a stronghold of the Marquis of Clavesana from which he freed himself creating, along with other villages in the area, the Communitas Diani becoming so common free.

It was founded in 1275 by the alliance with Genoa, which will last until incorporation in the kingdom of Savoy, evolving at the time of Napoleon City Canton Chief of Department.
The disastrous earthquake of 1887 caused the destruction of Diano Marina, which was rebuilt to a design by the engineer Giacomo Pisani assuming the form of today's Ligurian tourist resort among the most popular for holidaymakers.


Points of interest


MUSEUM OF MARM - Corso Garibaldi 60 - 18013 Diano Marina (IM)
tel. 0183.497621 - fax 0183.497621
e-mail: museodiano@tiscali.it - Website: www.palazzodelparco.it
 
The Civic Museum of Diano Marina is divided into three sections: Archaeology, Risorgimento and Mineralogical.

The Archaeological Section develops its exhibition through ten screens, one media, tracing chronologically the various stages of human presence detected in Diano territory, which since the Bronze Age come until late antiquity.

Section Risorgimento exposes objects and memorabilia that belonged to dianese Andrea Rossi, the "Pilot of the Thousand", to which the room is named, and to the general Nicola Ardoino, Risorgimento fighter.

In the halls are visible flags (including that of the steamer "Piemonte", one of the ships that brought the Garibaldi from Quarto to Marsala), uniforms, medals, weapons, documents, as well as the famous "Lantern" Garibaldi donated by the daughter of Rossi and used by ' "Hero of two worlds" in Aspromonte tragic descent of 1862.

Mineralogical Section, located in the lobby of the Park Palace, exposes a part of the De Cavero and private donations from the family collection; the numerous examples come from many Italian places and several foreign countries.

The Civic Museum of Diano Marina provides, as part of its educational activities, the possibility of conducting guided tours, thematic workshops, video projections. The workshops, dedicated to different kinds of schools, allow the discovery of the key moments of the evolution of human cultures, with particular reference to the Diano area through archaeological and documentary evidence preserved.


CIVIC LIBRARY
Location: first floor of the site Park Palace in Corso Garibaldi, n. 60 (Diano Marina)
Hours of receipt to the public: Summer (July and August): Monday to Saturday from 9:00 to 13:00
Employees: Dr. Santina Amoretti, Dr. Albertieri Maurizio Marinella Novaro (tel: 0183490266)
 Contacts: Phone - 0183496542; email: biblioteca.dianom@tiscali.it;
Website: palazzodelparco.it


CHURCH OF SAINT ANTHONY ABBOT - Address: Via Francesco Genala, 1
Tel. 0183 49 43 13
Pastoral Zone: Diano Marina

Those in charge: Don Gianfranco Minasso (parish priest), Don Fabrizio Contini (VICARO Parish) and DIAC. Carlo Brilla (Deacon Parish)

Qualche consiglio...
_