puls torna su
EVENTI
BUONA CUCINA e RICETTE
HOTEL e OSPITALITA'
Tutte le Ricette Antipasti Primi Secondi Contorni
Dolci Merende Piatti unici Lievitati TIPICITÀ
Carne Pesce Senza glutine Per bimbi Senza lattosio Piatti Veloci
Eventi Buona Cucina Ospitalità
Stai visualizzando > Una Ricetta In Particolare
A zeraria (zrarìa), ricetta di nonna Rina da Oneglia

A zeraria (zrarìa)

nonna Rina da Oneglia



Difficoltà: difficile
Preparazione: 3h0 + eventuale tempo di cottura
Dosi per: 6 persone
Ingredienti
carne magra di maiale 500 gr
carne di vitello 500 gr
zampini di maiale 2
testina di maiale 300 gr
foglie di alloro 4
sale qb
zafferano 2 bustina

Tagliate a pezzi le carni, pulite gli zampini e mettete il tutto in acqua calda con la testina, i sapori e il sale. Fate cuocere per tre ore.

A cottura ultimata, colate il brodo, disossate gli zampini e passate tutte le carni al macinacarne, quindi lasciate raffreddare.

Nel brodo tiepido si scioglie lo zafferano e si mescola.
Metterlo al fuoco con le foglie di alloro.
Appena preso bollore spegnere e togliere le foglie di alloro.

Avvolgete la carne macinata in una pellicola trasparente dandole la forma di un “salame” arrotolandola ben stretta e pressandola con le mani; ponetela in frigo, occorreranno circa 10-12 ore prima che il “salame” sia pronto per essere affettato; è per questo motivo che il piatto deve essere preparato almeno un giorno prima.

Passato il tempo necessario per il raffreddamento, togliete con cura la pellicola, tagliate il “salame” a fette e sistematelo in un piatto da portata, ponete sopra le foglie di limone e in ultimo versate il brodo sulle fette di “zeraria”; riponete nuovamente in frigo fino a che il brodo non diventi una gelatina.

In Riviera questo piatto è tipicamente natalizio; la nonna Celestina lo preparava ogni anno, lavorando quasi due giorni e noi bambini eravamo felici!



foto da parks.it

Qualche consiglio...