puls torna su
Natale Liguria 2017 Capodanno Liguria 2018
Natale Liguria 2017, Capodanno Liguria 2018 Natale Liguria 2017 Capodanno Liguria 2018
EVENTI
BUONA CUCINA e RICETTE
HOTEL e OSPITALITA'
Natale Liguria 2017, Capodanno Liguria 2018 Natale Liguria 2017 Capodanno Liguria 2018
WEEKEND TUTTI GLI EVENTI DOVE QUANDO MAPPA
Bimbi Cinema Consigliati Corsi Cucina Cultura Disco
Mercatini Musica Sagra Spettacolo Sport Offerte I nostri comuni
Eventi Buona Cucina Ospitalità
Condividi
Stai visualizzando > Un Evento In Particolare

RUBALDO MERELLO TRA DIVISIONISMO E SIMBOLISMO

Giovedi 7 Dicembre 2017

Genova


Rubaldo Merello tra divisionismo e simbolismo Genova

Rubaldo Merello tra divisionismo e simbolismo
Dal 6 ottobre 2017 al 4 febbraio 2018
Palazzo Ducale di Genova


Il sottoporticato di Palazzo Ducale di Genova ospiterà la mostra “Rubaldo Merello tra divisionismo e simbolismo. Segantini, Previati, Pellizza da Volpedo e Nomellini”. Dal 6 ottobre 2017 al 4 febbraio 2018
Rubaldo Merello tra divisionismo e simbolismo
Dal 6 ottobre 2017 al 4 febbraio 2018 il sottoporticato di Palazzo Ducale di Genova ospiterà la mostra “Rubaldo Merello tra divisionismo e simbolismo”: più di duecento opere esposte per celebrare uno dei più grandi artisti liguri del Novecento. A distanza di quarant’anni dalla mostra che diede avvio a una completa rilettura delle opere di Merello, a Palazzo Ducale non si vuole esporre meramente il lavoro dell’autore; si vuole, al contrario, condurre il pubblico a indagarne il lato più intimo e introspettivo.

Rubaldo Merello non fu compreso pienamente dai critici della sua epoca e, forse, ancora oggi si è lontani da comprendere il più profondo significato delle sue opere. Dai contemporanei fu collocato, in modo non del tutto corretto, nell’ambito della corrente divisionista, con chiare influenze di Segantini, Previati, Pellizza da Volpedo e Nomellini. Del Divisionismo diede, però, un’interpretazione personale: usò il colore come mezzo per un viaggio metaforico interiore, manifestando suggestioni simboliste.

Merello, però, non è solo pittura: a Palazzo Ducale saranno esposti anche sculture e disegni, riconoscendo tutta l’importanza dell’autore all’interno del Novecento. La mostra, curata da Matteo Fochessati e Gianni Franzone, è suddivisa in dodici sezioni, che mettono a confronto l’autore coi pittori suoi contemporanei, dei quali sono esposte alcune opere: “Grubicy e il mito di Segantini”, “Previati e il paesaggio ligure”, “Nomellini a Genova”, “Il mare di Nomellini”, “Pellizza da Volpedo, verso il paesaggio interiore”, “Merello, l’ossessione del paesaggio”, “San Fruttuoso”, “Le forme dell’acqua”, “Merello scultore”, “Merello e il simbolismo”, “Oltre Merello”, “Mostra fotografica del Levante ligure”.

Orari: da martedì a venerdì dalla 10 alle 13 e dalle 15 alle 19; sabato e domenica dalle 10 alle 19. Aperture straordinarie, dalle 10 alle 19, previste per: 1 novembre, 8 dicembre, 26 dicembre, 1 gennaio, 6 gennaio.

Per informazioni: www.palazzoducale.genova.it/rubaldo-merello/

TESTO E FOTO TRATTI DAL SITO: REGIONE LIGURIA

Qualche consiglio...
_