ACCETTO
NEGO
Ai sensi del regolamento (UE) n.2016/679 (GDPR), ti informiamo che per offrirti un'esperienza di navigazione sempre migliore questo sito utilizza cookie propri e anche cookie di partner selezionati.
Se vuoi saperne di più ti invitiamo a leggere la nostra informativa sulla privacy e anche la nostra cookie policy. Troverai anche le istruzioni per modificare i tuoi consensi.
PRIVACY POLICY COOKIE POLICY
NOTE PER LA PRIVACY: nel momento in cui manderete dati personali attraverso i contatti e/o moduli di contatto su questo sito, questi dati verranno trattati come descritto nella Privacy Policy.
NOTE PER I COOKIE: Non è possibile disabilitare i cookie tecnici ma soltanto cookie di profilazione.
Premendo ACCETTO vengono abilitati tutti i cookie.
Premendo NEGO i cookie di profilazione vengono bloccati. Ti informiamo che negando i cookie di profilazione alcune parti importanti del sito potrebbero non funzionare. Premendo sul pulsante NEGO i cookie di profilazione precedentemente installati su questo dominio verranno cancellati, mentre per l'eliminazione dei cookie di profilazione salvati su domini esterni occorre richiedere la revoca ai titolari di tali domini mediante gli appositi link inseriti nella cookie policy.

Chiudi close popup

Scopri l'app RivieraEventi su Google Assistant Google Assistant Riviera Eventi

puls torna su
facebook Riviera Eventi twitter Riviera Eventi instagram Riviera Eventi
ricettiamo
cerca eventi

Le ricette della pagina sono state inviate da voi!

SUGGERISCI UNA RICETTA

Stroscia di Pietrabruna

 

dal Comune di Pietrabruna

 Difficoltà

facile

 Preparazione

15' + eventuale tempo di cottura

 Dosi per

8 persone

Ingredienti

farina di frumento

1 kg

zucchero

250 gr

olio di oliva

500 g

Marsala/Vermouth

1/2 bicchiere

scorza di un limone

1

zucchero velo/semolato

2 cucchiai

lievito

1 bustina

mandorle/nocciole

1 manciata

All’origine, le nostre nonne, sfornavano delle stroscie completamente naturali, poiché non usavano il lievito artificiale, aggiungevano all’ impasto il “levau” ossia farina impastata con acqua lasciata riposare per 5 giorni sotto varie coperte nel posto più riparato della casa. Procedimento troppo lungo per i nostri giorni, l’aggiunta del lievito non ha cambiato il sapore del dolce ha solo semplificato la vita alle “prebunole”.

Dolce tipico, caratteristico per l’impiego di olio d’oliva al posto del burro; “strosciare” in ligure significa spezzare, rompere; infatti questa torta è talmente friabile che non si riesce facilmente a tagliarla a fette ben composte, è uso romperla “tipo sbrisolana”.


Ricetta:

Passare le farina al setaccio, quindi mescolarla con lo zucchero ed il lievito.

Formare una fontana sulla spianatoia, mettere l’olio al centro poco a poco ed iniziare ad impastare.

Aggiungere il liquore, la scorza grattugiata del limone e le eventuali mandorle e nocciole sminuzzate. Continuare a lavorare la pasta energicamente.

L’impasto deve risultare un impasto della stessa consistenza della pasta frolla. Stendere la pasta in una teglia o in una placca, unta d’olio, allo spessore di un centimetro e cospargerla con due cucchiai di zucchero a velo o semolato.

Infornare a 200° circa per un minimo di un ora e mezza. Non deve dorare.



Ricetta e notizie derivanti dal sito internet del Comune di Pietrabruna:
www.comunepietrabruna.it



© Copyright • Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale dell'opera che rimane di proprietà del Centro Stampa Offset sas [imperia]