Chiudi close popup

Scopri l'app RivieraEventi su Google Assistant Google Assistant Riviera Eventi

puls torna su
ricettiamo

Le ricette della pagina sono state inviate dagli utenti che utilizzano Rivieraeventi.it; inviateci una ricetta "tipica della nonna" e del territorio ligure e una vostra foto al nostro indirizzo: eventi@rivieraeventi.it e la troverete pubblicata entro 7 giorni

Torta di Carciofi

 

Maria Pia da Sanremo

 Difficoltà

medio

 Preparazione

50' + eventuale tempo di cottura

 Dosi per

6 persone

Ingredienti

farina

350 gr

acqua

qb

olio extravergine di oliva

qb

carciofi di varietà spinosa

8

un porro o una cipolla

1

ricotta

250 gr

piselli

1 manciata

bietole bollite e tritate

1 manciata

riso

2 cucchiai colmi

bicchiere di latte

1 bicchiere

uova

4

sale

qb

Questa ricetta ce l'ha suggerita la nostra amica Maria Pia di Sanremo (dal blog: blog.giallozafferano.it/.../il-focolare-di-maria-pia/)

Premetto questa è la versione della mia mamma, che come il padre di cui vi ho già raccontato, non ama i gusti forti, per cui alla ricetta originale (in ogni casa ci sono piccole varianti) ha sostituito 100 grammi di parmigiano con la ricotta, e diminuito le 6 uova con 4…

La farina va intrisa con un bicchiere di olio, un pizzico di sale e l’acqua necessaria per ottenere un impasto che a fine lavorazione risulti piuttosto morbido ed elastico.
Dividere l’impasto in due palline di cui una più grossa che servirà come base.

Lasciatelo riposare e nel frattempo preparate il ripieno.

Private i carciofi delle foglie esterne più dure. Tornite il girello e spuntate le cime.

Lavate ed affettate sottilmente i carciofi.

Fate cuocere qualche minuto il riso nel latte.

Mettete in una ciotola i carciofi, mezzo bicchiere di olio, la ricotta, il riso con il latte, le bietole bollite e tritate (non troppo strizzate perchè i carciofi rendono la torta asciutta, contrariamente a quella di zucca nella quale le bietole devono essere messe ben strizzate), le uova, il porro o la cipolla a rondelle e infine il sale. Ed anche i pisellini se si gradiscono.

Alcuni fanno soffriggere la cipolla o il porro in un pochino di olio anche con uno spicchio di aglio che poi deve essere tolto, per insaporirla ulteriormente. Una ulteriore variante è quella di aggiungere al ripieno un pò di prezzemolo tritato.

Amalgamate bene gli ingredienti e verificate che il ripieno sia ben saporito.

Spianare la pasta con il mattarello avendo cura che alla fine non sia troppo sottile.

Metterla in una teglia ben unta d’olio, aiutandosi con il mattarello stesso.



Versarvi il composto e livellarlo bene. Lo spessore dovrà essere di circa un centimetro e mezzo o due.
Cuocete in forno caldo a 180 °C per 40 minuti circa.

Questa torta salata a Sanremo veniva e viene preparata in primavera, verso Pasqua, nel periodo in cui carciofi abbondano e quindi sono più accessibili a tutte le borse.



© Copyright • Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale dell'opera che rimane di proprietà del Centro Stampa Offset sas [imperia]