Cappon magro, ricetta di Loredana da Moltedo

Chiudi close popup

Scopri l'app RivieraEventi su Google Assistant Google Assistant Riviera Eventi

puls torna su

Le ricette della pagina sono state inviate dagli utenti che utilizzano Rivieraeventi.it; inviateci una ricetta "tipica della nonna" e del territorio ligure e una vostra foto al nostro indirizzo: eventi@rivieraeventi.it e la troverete pubblicata entro 7 giorni

 Difficoltà

medio

 Preparazione

2h0 + eventuale tempo di cottura

 Dosi per

10 persone

Ingredienti

pesce polpa bianca

1 kg

schiacciatine o gallette

250 gr

musciamme

qualche fettina

patate

3

barbabietola rossa

1

cavolfiore

1 piccolo

carciofi di Perinaldo

4

carote

8

limone

1

olio extra vergine

qb

sale e pepe

qb

aragosta

1

cozze e gamberi

a piacere

uova sode

2

olive taggiasche

qb

aceto

qb

Prima di descrivere la ricetta della signora Loredana da Moltedo, vi diamo alcune informazioni su questo piatto tipico ligure:

Il cappon magro è un antico piatto tradizionale ligure a base di pesce e verdure.
Il termine "magro" indica il suo essere un piatto di magro, riservato cioè ai giorni di penitenza e quaresimali, ma anche la sera del 24 dicembre o il 25.
Il pesce e la verdura di cui è composto viene arrangiato su una base di galletta.

La ricetta è abbastanza complessa; partiamo dal pulire bene il pesce a polpa bianca
Lessarlo in acqua bollente salata per poi spolparlo e condirlo con l'olio, un po' di sale e il succo del limone.


Dopo aver rassodato le uova, puliamo le verdure, laviamole e facciamole bollire pochissimo, lasciandole al dente.
L'unica verdura che non andrà lessata è la barbabietola, perchè avremo acquistato quella precotta e pulita.

Mettiamo da parte il pesce e le verdure e procediamo cuocendo le cozze che avremo ben pulito e fatto aprire in una padella; i gamberi e l'aragosta li faremo bollire in acqua per poi scolarli.

Prendiamo un recipiente dai bordi alti (va bene anche una semplice pentola, basta che sia alta) rivestiamola di pellicola trasparente; prepariamo i primi strati con le schiacciatine (meglio le classiche "gallette del marinaio), il pesce bianco, le verdure bollite compresa la barbabietola, un bello strato di salsa verde e cercate di comprimere il tutto. Aggiungete una fettina molto sottile di musciamme e alternate al pesce le verdure fino all'ultima.

Ad esempio per fare risultare un bel piatto anche alla vista, decidete i colori; potrete iniziare ad alternare al pesce di polpa bianca tutte le carote iniziando dall'arancio, poi tutte le patate, poi tutti i carciofi e via così.

Finite con uno strato di gallette che avrete precedentemente ammollito in acqua ed aceto ben strizzate.
Lasciate riposare in frigo il vostro "cappon magro" e al momento di servirlo rovesciatelo su di un piatto largo da portata e guarnitelo con cozze, gamberi e l'aragosta; arricchitelo con il restante della salsa verde.



Per la SALSA VERDE mi permetto di "copiare" la ricetta della signora Mariuccia che vi incollo qui:
www.rivieraeventi.it/it/ricetta/158-la-salsa-verde



foto: wikipedia.org




© Copyright • Tutti i diritti sono riservati. È vietata qualsiasi riproduzione, anche parziale dell'opera che rimane di proprietà del Centro Stampa Offset sas [imperia]