ACCETTO
NEGO
Ai sensi del regolamento (UE) n.2016/679 (GDPR), ti informiamo che per offrirti un'esperienza di navigazione sempre migliore questo sito utilizza cookie propri e anche cookie di partner selezionati.
Se vuoi saperne di più ti invitiamo a leggere la nostra informativa sulla privacy e anche la nostra cookie policy. Troverai anche le istruzioni per modificare i tuoi consensi.
PRIVACY POLICY COOKIE POLICY
NOTE PER LA PRIVACY: nel momento in cui manderete dati personali attraverso i contatti e/o moduli di contatto su questo sito, questi dati verranno trattati come descritto nella Privacy Policy.
NOTE PER I COOKIE: Non è possibile disabilitare i cookie tecnici ma soltanto cookie di profilazione.
Premendo ACCETTO vengono abilitati tutti i cookie.
Premendo NEGO i cookie di profilazione vengono bloccati. Ti informiamo che negando i cookie di profilazione alcune parti importanti del sito potrebbero non funzionare. Premendo sul pulsante NEGO i cookie di profilazione precedentemente installati su questo dominio verranno cancellati, mentre per l'eliminazione dei cookie di profilazione salvati su domini esterni occorre richiedere la revoca ai titolari di tali domini mediante gli appositi link inseriti nella cookie policy.

Chiudi close popup

Scopri l'app RivieraEventi su Google Assistant Google Assistant Riviera Eventi

puls torna su
facebook Riviera Eventi twitter Riviera Eventi instagram Riviera Eventi
ricettiamo
cerca eventi

Le ricette della pagina sono state inviate da voi!

SUGGERISCI UNA RICETTA

Pane La Carpasina

Il pane della Valle Argentina

La Carpasina è storicamente un pane destinato all’alimentazione dei pastori, poiché non necessitava di farina di frumento (all’epoca il grano era difficile da reperire e molto costoso), garantiva delle eccellenti proprietà nutrizionali e poteva essere conservato molto a lungo.

La zona di produzione è tra Carpasio e Badalucco, in Valle Argentina (provincia di Imperia).

Farina di orzo macinata a pietra (per evitarne l’ossidazione), acqua e lievito: ingredienti semplici che danno origine ad un pane biscottato, dalla consistenza croccante e dal caratteristico colore dorato.

La sua preparazione tradizionale ha il carattere quasi di un rituale: una volta impastati gli ingredienti, si lascia a riposo il pane per qualche ora (coperto con la stessa farina d’orzo), quindi lo si lavora a lungo per poi andare a formare delle lunghe pagnotte da cui si ricavano delle fette con l’aiuto di un filo di spago, avendo cura di non toccarle con le mani; la cottura avviene in forno non troppo caldo, circa un’ora per parte.


Fonte: www.passionepane.it

La Carpasina è storicamente un pane destinato all’alimentazione dei pastori, poiché non necessitava di farina di frumento (all’epoca il grano era difficile da reperire e molto costoso), garantiva delle eccellenti proprietà nutrizionali e poteva essere conservato molto a lungo. La zona di produzione è tra Carpasio e Badalucco, in Valle Argentina (provincia di Imperia). Farina di orzo macinata a pietra (per evitarne l’ossidazione), acqua e lievito: ingredienti semplici che danno origine ad un pane biscottato, dalla consistenza croccante e dal caratteristico colore dorato. La sua preparazione tradizionale ha il carattere quasi di un rituale: una volta impastati gli ingredienti, si lascia a riposo il pane per qualche ora (coperto con la stessa farina d’orzo), quindi lo si lavora a lungo per poi andare a formare delle lunghe pagnotte da cui si ricavano delle fette con l’aiuto di un filo di spago, avendo cura di non toccarle con le mani; la cottura avviene in forno non troppo caldo, circa un’ora per parte. Fonte: www.passionepane.it